Home  ->   Attualità  ->   News

RIAC 2017, 13-16 dicembre 2017

Nina Christen supera tutti

Pollici in su per Nina Christen: <br>la nidvaldese ha conquistato <br>tre ori al RIAC Luxemburg.
Pollici in su per Nina Christen:
la nidvaldese ha conquistato
tre ori al RIAC Luxemburg.

16.12.2017 - Il team svizzero ha convinto al RIAC Luxemburg. In un forte gruppo emergono Nina Christen, Julia Oberholzer, Anna Bastian e Jason Solari.



Programma di gara

Risultati RIAC 1 (14.12.17)
Risultati RIAC 2 (15.12.17)
Risultati RIAC Ibis Cup (16.12.17)
 

 

Chiaramente il RIAC Luxemburg non aveva tutti i migliori che si trovano alle coppe del mondo. Ci si poteva dunque attendere posti in finale e sul podio. La maggior parte ha soddisfatto le aspettative in questa gara che si è svolta dal 14 al 16 dicembre. Soprattutto Nina Christen: la tiratrice di Wolfenschiessen ha vinto tre volte al fucile 10m e nelle qualifiche è giunta due volte prima e una volta terza. Con 252.5 punti ha fissato anche un nuovo record svizzero di finale. Il record mondiale attuale è di 252.1. Purtroppo il risultato di RIAC non vale per i record mondiali. Altri podi non ci sono stati tra le donne. Petra Lustenberger e Andrea Brühlmann si sono però qualificate per una finale. Irene Beyeler e Vanessa Hofstetter per contro no.

Julia Oberholzer può tornare a casa con un ottimo bagaglio di esperienze e risultati. La juniores si è qualificata tre volte per la finale al fucile 10m ed è giunta una volta seconda. Molto interessante soprattutto la sua prestazione al primo giorno di gara in qualifica. Per la prima volta le donne e le juniores hanno sparato al RIAC una qualifica di 60 colpi – esattamente come per gli uomini. Julia Oberholzer ha fissato in questa prima l’asticella molto in alto: con 630.4 punti ha ottenuto un risultato di livello mondiale. Quale paragone: il record svizzero attuale degli uomini è di 629.2 punti. Delle cinque juniores Lisa Suremann (due volte) e Sarina Hitz e Chiara Leone (ognuna una volta) sono riuscite a qualificarsi per la finale. Kim Sturny, che ha partecipato per la prima volta ad una gara internazionale, non vi è riuscita.

Anche Anna Bastian ha avuto una buona prestazione al RIAC Luxemburg. La juniores alla pistola ha vinto tre volte la qualifica ed è giunta in finale al 1., 5. e 7. rango. Anche lo juniores Jason Solari è giunto tre volte in finale. Ha conquistato un oro e un bronzo e una volta è giunto quarto.

Anche le tre tiratrici alla pistola hanno convinto. È mancata solo la vittoria: Heidi Diethelm Gerber ha conquistato l’argento e il bronzo vincendo due volte la qualifica, Sandra Stark ha vinto due volte l’argento. Rebecca Villiger, l’atleta più giovane, è giunta anche lei in finale mancando di poco la medaglia. Anche gli uomini hanno mancato di poco la medaglia. Steve Demierre, Sandro Loetscher e Dylan Diethelm hanno dovuto inchinarsi allo strapotere degli ucraini. Hanno ottenuto 3 posti in finale con i ranghi 4 (Steve Demierre e Sandro Loetscher) e 5 (Steve Demierre).

Il migliore degli juniores al fucile è stato il tiratore di Schattdorf Fabio Wyrsch. Si è qualificato tre volte per la finale e ha vinto un oro. Due volte in finale anche Lukas Roth. Sven Riedo è giunto una volta in finale convincendo: il friborghese ha vinto il bronzo. Senza finale ha concluso Ludovic Rohrbasser. Tra gli uomini al fucile è emerso Jan Lochbihler. Ha vinto una volta la qualifica, è stato due volte in finale e ha vinto un argento. Christoph Dürr si è qualificato una volta per la finale giungendo quarto. Pascal Bachmann, Sandro Greuter e Pascal Loretan hanno mancato la finale in tutte e tre le gare.

 


Resoconto del 16.12.17

Ancora tre medaglie

I tiratori svizzeri hanno riproposto al terzo giorno di gara le prestazioni della vigilia al RIAC Luxemburg: Jason Solari, Heidi Diethelm Gerber e Sandra Stark sul podio.

Al terzo giorno di gara ai RIAC Luxemburg, la migliore svizzer alla pistola 10m è stata Sandra Stark (Münchwilen). La turgoviese si è qualificata in modo chiaro come sesta per la finale dove è riuscita ancora a migliorarsi. Con 238.9 punti ha dovuto inchinarsi solo all'ucraina Oksana Kovalchuk (241.0). Al terzo rango si è piazzata Heidi Diethelm Gerber (216.8). La tiratrice di Märstetten aveva vinto la qualifica con 567 punti. Il buon bilancio svizzer è stato arrotondato da Rebecca Villiger (Bad Ragaz) giunta 4. (194.1). La giovane sangallese si era qualificata per la finale come 8. 

 

due svizzere sul podio: Sandra Stark (sin.) é seconda e ha preceduto Heidi Diethelm Gerber (destra). La vittoria è andata all'ucraina Oksana Kovalchuk.

 

Nuovamente sul podio Jason Solari (Malvaglia). Dopo la sua vittoria della vigilia, sabato è giunto ottimo terzo nella gara juniores. Un miglior piazzamento lo ha compromesso con i primi dieci colpi, dopo ha rimontato passo a passo. (218.7). Il giovane ticinese aveva dominato la finale con 572 punti, 9 in più del secondo classificato. 

 

Dopo la vittoria della vigilia Jason Solari (destra) ha ottenuto sabato l'ottimo terzo rango.

 

Senza medagli è rimasto Steve Demierre (Auboranges). Con 197.3 nella finale alla P10 uomini ü giunto 4. Nella qualifica aveva convinto: aveva ottenuto 574 punti, anche con una serie di 100. La vittoria è andata all'ucraino Pavlo Korostylov, ce ha superato il collega Oleg Omelchuk con l'ultimo colpo. Dylan Diethelm (Weinfelden) e Sandro Loetscher (Gelterkinden) hanno dovuto arrendersi già nelle qualifiche: Diethelm è 13. con 569 e Loetscher 15. con 567.

La finale delle juniores non è andato come previsto per Anna Bastian (Villaz-Saint-Pierre). Con colpiti di 7.6 e 8.9 è stata eliminata come settima. Nella qualifica si era comportata molto bene imponendosi con 563. (van)

 


Resoconto del 15.12.17

Tre ori per la Svizzera

Al 2. giorno di gara al RIAC a Luxemburg Nina Christen si è riconfermata ottenendo nuovamente oro al F10. La juniores Julia Oberholzer ha vinto l'argento. Anche tra gli juniores si è potuto festeggiare: Fabio Wyrsch ha vinto l'oro superando il collega Sven Riedo che ha conquistato il bronzo. Heidi Diethelm Gerber alla sua seconda apparizione ha conquistato l'argento alla P10. Il terzo oro lo ha ottenuto il giovane pistolero Jason Solari – questo alla sua prima gara internazionale. 


Nina Christen, dopo aver ottenuto ieri l'oro, migliorando anche il suo record svizzero, si Pè riconfermata oggi (250.5). Anche oggi si è qualificata in modo ottimale per la finale, vincendo la quallifica (628.1). In finale ha relegato l'ucraina Anna Ilina e Jennifer McIntosh (GB) al secondo e terzo rango. Complessivamente i tiratori al F10 svizzeri hanno convinto con una prestazione compatta di squadra: Petra Lustenberger è giunta nona della qualifica, mancando di un decimo la qualifica alla finale. Un decimo più lontata troviamo la terza svizzera Andrea Brühlmann. Seguono Irene Beyeler 16. con 618.2 e Vanessa Hofstetter 22. a 611.2.

Hanno convinto anche le juniores al F10: Dopo il 4. rango di ieri, Julia Oberholzer ha migliorato ottenendo l'argento: in finale ha ottenuto 249.4 punti. Chiara Leone ha ottenuto un buon sesto rango (162.6 ), dopo essere stata la iglior svizzera in qualifica (3., 622.0). Le altre svizzere: Lisa Suremann  9. (617.7), Sarina Hitz (11./615.8) e Kim Sturny (23./604.9).
 

Ha conquistato il podio vincendo l'argento: Julia Oberholzer (sinistra).

Nessuno dei tiratori uomini al F10 è riuscito oggi ad accedere alla finale: il migliore è stato Jan Lochbihler 9. Il solettese non ha avuto fortuna: gli sono mancati 5 decimi per la finale. Christoph Dürr è stato nuovamente il secondo svizzero con 620.1 punti (12.). Gli altri svizzeri sono giunti: Pascal Loretan 14. con 619.0, Sandro Greuter (615.6 /18.) e Pascal Bachmann 24. con 612.8.

Ottimi risultati tra gli juniores:  due svizzeri sono giunti sul podio: Fabio Wyrsch ha ottenuto l'oro (246.5), Sven Riedo (224.3) il bronzo. Lukas Roth è giunto 10. in qualifica con 612.7; il 4. svizzero Ludovic Rohrbasser 610.6 (13).
 

Due svizzeri sul podio:
Sven Riedo (Bronzo) e Fabio Wyrsch (oro) (da sin.)

 

Venerdì pomeriggio seconda gara per le tiratrici alla pistola: Se ieri non si è riusciti a conquistare il podio, oggi Heidi Diethelm Gerber ha ottenuto con l'argento con 234.1. Già in qualifica aveva dominato ottenendo 568 punti.. Rebecca Villiger ha ottenuto 562 punti (4. rango) ottenendo la finale dove con 133.0 ha terminato come settima. Sandra Stark con 553 è 13.
La juniores Anna Bastian ha superato tutti in qualifica con 571 punti – come già alla vigilia, ma oggi con due punti in più. Oggi però non ha aiutato a conquistare un podio. La 15enne ha terminato con 170.8 punti al buon 5. rango.

Una Heidi Diethelm Gerber raggiante per l'argento.


Tra gli uomini alla pistola, solo Steve Demierre, con 575 punti ha avuto accesso alla finale (7. in qualifica). La gara dei migliori otto l'ha terminata con 176.0 punti al 5. rango. Dylan Diethelm e Sandro Loetscher hanno ottenuto in qualifica 569 punti terminando 14. e 15.

Per la svizzera, il tiratore del giorno è stato lo juniores Jason Solari. Dopo che il giovane ticinese già ieri aveva ottenuto un ottimo 4. rango, ha mostrato oggi il suo potenziale ottenendo l'oro con 235.5 punti.
«La prima volta in una finale IWK e vincere, è un momento particolare», afferma Claudia Loher, allenatrice nazionale alla pistola.
 

Vittoria alla sa prima gara internazionale Jason Solari

 

_________________________________________________________________________________________
Resoconto del 14.12.17

Vittoria per le donne

Il RIAC a Luxemburg è aperto – le nostre tiratrici alla pistola hanno iniziato molto bene. Sandra Stark ha ottenuto l'argento, Heidi Diethelm Gerber è 6. seguita da Rebecca Villiger – ciò significa oro di team. La vincitrice delle juniores è stata Anna Bastian. Alla sera hanno continuato le donne al F10: Nina Christen ha ottenuto l'oro ottenendo un nuovo record svizzero. Le donne hanno vinto anche di squadra. 

Giovedì mattina, 14.12.2017, le juniores alla pistola hanno iniziato le gare al RIAC a Luxemburg. Le gare durano fino a sabato, 16 dicembre 2017 e valgono come qualifica per i nostri elite e juniores per i campionati europei a Györ (HUN) in febbraio 2018.

Già in qualifica i nostri erano davanti: Rebecca Villiger (569 punti/1.), Heidi Diethelm-Gerber (564/5.) e Sandra Stark (561/8.) si sono così qualificate per la finale. Qui Stark ha dato gas superando le sue colleghe: con 237.3 punti la turgoviese ha ottenuto l'argento seguita da Diethelm Gerber (6. con 153,7 punti) e Villiger (7. con 133,7). Con queste ottime prestazioni le svizzera hanno vinto di team.

Vittoria di team alla pistola 10m.


Oro anche per Anna Bastian: la 15enne era avanti già in qualifica con 569 punti. In finale la giovane friborghese ha continuato e con 231.3 ha superato la svedese Amanda Jägersvärd (226.9) e la belga Liselotte Janssen (210.6 punti).
Bastian può continuare a fare bene: già al RIAC 2016 – la sua prima gara internazionale – aveva vinto due ori e un bronzo.

Il podio donne alla P10: Sandra Stark (sinistra) ha vinto l'argento. Tra le juniores Anna Bastian ha vinto l'oro. 


Tra gli uomini solo Sandro Loetscher ha ottenuto l'accesso alla finale con 572. Steve Demierre è giunto 17. con 566 e il terzo svizzero Dylan Diethelm ha terminato 28. con 558 punti.

In finale Loetscher ha ottenuto un buon 4. rango con 196.3 - questo contro un'aguerrita concorrenza come ad esempio il 2. Oleg Omelchuk (239.9 punti).
Molto positiva la prestazione dello juniores Jason Solari: in qualifica era 4. con 562, piazzamento che ha mantenuto in finale con 191,6. 

P.S.: l'alto risultato delle tiratrici in qualifica si spiega nel seguente modo: la federazione internazionale (ISSF) aumenta dal 1. gennaio 2018 il numero di colpi per le donne e le juniores allo stesso numero delle gare maschili. La FST riprende queste direttive in alcune gare. Al RIAC si gareggia già in questo nuovo modo 60 colpi di qualifica.

Giovedì sera è il turno delle tiratrici al fucile. Nina Christen  ha ottenuto il miglior piazzamento in qualifica (627.3) dove si è confermata e ha vinto con 252.5 punti migliorando il suo record svizzero ottenuto in marzo di quest'anno (251.5). Questo non era abbastanza: anche Andrea Brühlmann è giunta in finale terminando ottava.
Le nostre tiratrici al fucile hanno convinto: Irene Beyeler ha terminato al 10. rango la qualifica (619.0), seguita di poco da Petra Lustenberger giunta 11. con un solo decimo di distacco e Vanessa Hofstetter18. (616.4).
Con questa prestazione hanno ottneuto l'oro di squadra.

Nina Christen ha vinto l'oro e ha migliorato il suo record svizzero.
 

Anche le juniores hanno sparato bene: tre svizzere in finale. Julia Oberholzer è stata la migliore terminando 4. con 204.2 punti seguita da Sarina Hitz (6./162.7) e Lisa Suremann (7./142). Chiara Leone (11./614.2) e Kim Sturny (22./607.6) hanno aiutato a questa molto buona prestazione di quadra. La Svizzera ha così ottenuto il bronzo di squadra per il terzetto Suremann/Oberholzer/Leone.

Bronzo di squadra per le juniores al fucile
Lisa Suremann, Julia Oberholzer
e Chiara Leone (da sinistra).

 

Gli uomini al fucile non sono riusciti ad ottenere il podio: solo Jan Lochbihler è giunto in finale terminando 5. con 184.7 punti.
Christoph Dürr in qualifica ha ottenuto 620.6 punti (11.) – solo 0.8 punti dalla finale. Gli altri svizzeri sono giunti: Pascal Bachmann 618.9 punti (16.), seguito da Sandro Greuter (617.5 /17.) e Pascal Loretan 19. con 616.4 punti. Hanno ottenuto l'argento di squadra.

Argento di team per i pistoleri (da sinistra):
Steve Demierre, Sandro Loetscher e Dylan
Diethelm

 


Tra gli juniores il migliore degli svizzeri è stato Lukas Roth 4. con 202.3 punti, seguito da Fabio Wyrsch 5. (183.7). L'ottima prestazione di squadra è stata completata da Ludovic Rohrbasser (612.0/11.) e Sven Riedo (610.3/12.). Il terzetto Wyrsch/Rohrbasser/Riedo ha così conquistato l'argento di team.

Argento per gli juniores. Da sinistra. Sven Riedo,
Fabio Wyrsch e Ludovic Rohrbasser.


______________________________________________________________________________________
Vorschau vom 24.11.2017

27 Schützen vertreten die Schweizer Farben in Luxemburg

27 Schützinnen und Schützen, davon 11 Junioren, werden am letzten internationalen Wettbewerb des Jahres am RIAC in Luxemburg antreten. Wichtiger als der Gewinn von Edelmetall werden jedoch die Resultate sein: Der Wettkampf zählt als Selektion der Schweizer Elite und Junioren für die Luftdruck-Europameisterschaften in Györ (HUN) im Februar 2018.

Die Wettkämpfe gehen am RIAC vom 14. bis 16. Dezember 2017 in Luxemburg über die Bühne. An den Wettbewerben macht die Elite der Luftgewehr-Schützinnen- und Schützen untereinander aus, wer die Schweiz an der EM in Györ im Februar 2018 vertreten darf. Auch bei den Pistolenschützinnen und –schützen geht es ums Ganze.

Jeweils die besten fünf Athletinnen und Athleten (Elite wie Junioren) der Shooting Masters vom 18. und 19. November 2017 qualifizierten sich für den Selektionswettkampf. Von diesen wiederum wurden diejenigen nicht aufgeboten, welche vom Leistungsniveau her keine realistische Chance hatten, das geforderte Durchschnittsresultat für die Selektion zur EM in Györ zu erreichen.

Bei den Frauen Luftgewehr kämpfen Nina Christen (Wolfenschiessen NW), Irene Beyeler (Schwarzenburg BE), Petra Lustenberger (Rothenburg LU), Vanessa Hofstetter (Neuenegg BE) und Andrea Brühlmann (Arbon TG) um die drei begehrten Plätze.

Um die drei Startplätze bei den Männern kämpfen Jan Lochbihler (Holderbank SO), Pascal Loretan (Düdingen FR), Sandro Greuter (Heiligkreuz SG), Christoph Dürr (Gams SG) und Pascal Bachmann (Wila ZH). (Der ebenfalls qualifizierte Gilles Dufaux verzichtet auf einen Start am RIAC.)

Bei den Frauen Luftpistole nehmen drei Athletinnen an den Wettbewerben in Luxemburg teil. Es sind dies Heidi Diethelm Gerber (Märstetten TG), Sandra Stark (Münchwilen TG) und Rebecca Villiger (Bad Ragaz SG).

Beim letztjährigen RIAC in Luxemburg lief es vielversprechend für die Damen: Heidi Diethelm Gerber gewann je einmal Gold, Silber und Bronze. Sandra Stark holte bei ihrem Debüt auf internationaler Bühne gleich Gold. Und Rebecca Villiger beendete einen der Wettkämpfe auf dem dritten Rang, nachdem sie in der Qualifikation mit 384 Punkten ein Weltklasse-Resultat erzielt hatte. Zudem gewann das Team einen der Teamwettkämpfe.

Bei den Herren gehen Steve Demierre (Auboranges FR), Dylan Diethelm (Weinfelden TG) und Sandro Loetscher (Gelterkinden BL) am RIAC an den Start. 


Junioren sorgten am RIAC 2016 für Furore

Bei den Juniorinnen Luftgewehr kämpfen Julia Oberholzer (Neftenbach ZH), Chiara Leone (Frick AG), Lisa Suremann (Mönchaltdorf ZH), Sarina Hitz (Mauren TG) und Kim Sturny (Tafers FR) um die drei begehrten Plätze.
Am RIAC 2016 übrigens gewann Julia Oberholzer Gold, Lisa Suremann je einmal Gold und Silber. Zudem holten sich die Juniorinnen den Sieg in einem der Team-Wettkämpfe.

Gespannt sein darf man auch bei den Junioren Gewehr: Hier kämpfen Ludovic Rohrbasser (Neyruz FR), Fabio Wyrsch (Schattdorf UR), Sven Riedo (St. Ursen FR) und Lukas Roth (Rubigen BE) um die drei begehrten Plätze für die WM-Teilnahme in Györ. Gut an den letztjährigen RIAC wird sich Fabio Wyrsch erinnern: Damals gewann er Bronze.

Bei den Junioren Pistole vertreten in Luxemburg je ein Schütze respektive eine Schützin die Schweiz. Auf Anna Bastian (Villaz-Saint-Pierre FR) darf man ein besonderes Augenmerk legen. So holte sich die damals 14-Jährige am RIAC 2016 – ihrem ersten internationalen Einsatz überhaupt – zweimal Gold und einmal Bronze. Bei den Junioren geht Jason Solari (Malvaglia TI) für die Schweiz an den Start.
Marvin Flückiger (Zuzwil SG) und Frederik Zurschmide (Trogen AR) verzichten beide aus beruflichen Gründen auf die Teilnahme am RIAC.

Grundsätzlich gilt: Kann ein Athlet aus besonderen Gründen nicht am Selektionswettkampf teilnehmen, entscheidet der Tainerstab mit und um Daniel Burger, Leiter Bereich Spitzensport und Nachwuchsförderung beim SSV, ob er trotzdem für die Europameisterschaften qualifiziert werden kann. Entscheidend sind hier unter anderem die vorhandenen Leistungskriterien, das Potential und das persönliche Commitment, also ein klares Bekenntnis zum Spitzensport.


Auch die Frauen schiessen 60 Schuss

Zu guter Letzt: Der Internationale Schiesssportverband (ISSF) erhöht auf den 1. Januar 2018 die Schusszahlen in den Frauen- sowie den Juniorinnen-Disziplinen und gleicht sie den Schusszahlen der Männer an. Der SSV übernimmt diese Anpassung in gewissen Wettkämpfen. Am RIAC nun wird dieses Novum bereits praktiziert:  Die Frauen und Juniorinnen werden mit der Luftpistole und dem Luftgewehr wie die Männer eine Qualifikation über 60 Schuss bestreiten.
Näher Infos zum Thema gibt es hier.

 

 

 

partner FST

 

 

Member
Swiss Olympic ISSF
Federazione sportiva svizzera di tiro
Lidostrasse 6
6006 Lucerna
tel.: 041 / 418 00 10
fax : 041 / 370 57 17
info@swissshooting.ch