Home  ->   Attualità  ->   News

Consultazione sull'iniziativa parlamentare Amstutz

Chiaro segnale per la tradizione svizzera

(Foto: Christian H. Hildebrand)
(Foto: Christian H. Hildebrand)

13.08.2018 - La federazione sportiva svizzera di tiro valuta positivamente nella sua presa di posizione alla consultazione, i cambiamenti proposti nella legge sulla protezione dell'ambiente, chiede però alla Confederazione di ampliare in due punti le eccezioni previste per i tiri storici e i tiri in campagna che si svolgono fuori da poligoni di tiro.

 

Risposta alla consultazione della FST
Vorlage für eine Vernehmlassungsantwort
Legge federale per la protezione dell'ambiente: avamprogetto
Comunicato stampa della UREK
Rapporto della commissione del consiglio nazionale per «Umwelt, Raumplanung und Energie» (UREK)
Rapporto sui tiri storici in pericolo apparsi sulla rivista «Tiro Sivzzera» (dic. 2017)

 

Il 3 luglio la commissione del consiglio nazionale per l'ambiente, la pianificazione del territorio e l'energia (UREK) ha invitato il pubblico a prendere posizione sull'avamprogetto di modifica della legge sulla protezione dell'ambiente (USG). Questo avamprogetto è la reazione all'iniziativa parlamentare di Adrian Amstutz (UDC BE) per poter continuare con i tiri in campagna e i tiri storici "nel terreno" (vedi anche i nostri resoconti). In quest'iniziativa parlamentare, Amstutz chiedeva che la Confederazione si assumesse i costi per il risanamento dei parapalle naturali anche se dopo il 31 dicembre 2020 si continua a sparare nel terreno. La UREK ha seguito questa indicazione con le relative proposte di modifica di legge.

La federazione sportiva svizzera di tiro vede di buon occhio questa proposta di modifica e ha inoltrato una sua presa di posizione in tal senso. La legge sulla protezione dell'ambiente prevede che la Confederazione contribuisce al risanamento dei parapalle solo se dopo il 31 dicembre 2020 non viene più immessi rifiuti nel terreno (dunque pallottole). Per i tiri storici e il tiro in campagna che si tengono fuori dai poligoni di tiro (nel terreno) questa limitazione va tolta. Condizione: si spara nel terreno solo una volta all'anno. Inoltre queste manifestazioni devono avvenire in forma regolare già prima del 31 dicembre 2020. La FST sostiene questa modifica e indica nella sua presa di posizione solo che nella definizione di «tiri storici» questa va presa in senso lato e oltre ai tiri storici «classici» sono da considerare anche tutti i tiri commemorativi.

La proposta dell'UREK prevede inoltre che la Confederazione  si assuma fino al 40 percento dei costi per la creazione di misure di protezione per i tiri storici come ad esempio parapalle artificiali. La Federazione sportiva di tiro chiede che questa misura valga anche per i tiri in campagna nel terreno.

La procedura di consultazione dura fino al 24 ottobre. Ogni società di tiro, ogni organizzatore di un tiro in campagna nel terreno o di un tiro storico ma anche singoli cittadini possono inviare una presa di posizione. La FST ha preparato un modello in tedesco e francese (Download).

partner FST

 

 

Member
Swiss Olympic ISSF
Federazione sportiva svizzera di tiro
Lidostrasse 6
6006 Lucerna
tel.: 041 / 418 00 10
fax : 041 / 370 57 17
info@swissshooting.ch