Federazione sportiva svizzera di tiro

L’autorizzazione eccezionale semplificata

pistole.jpg

L’autorizzazione eccezionale semplificata per tiratori sportivi permette l’acquisto di fucili d’assalto 57 e 90 (sia quelli militari modificati in semiautomatici che quelli di fabbrica) con un magazzino di più di 10 colpi come pure per pistole con magazzini di più di 20 colpi. L’autorizzazione sottostà però a condizioni: dopo cinque e dopo dieci anni bisogna dimostrare di essere soci di una società di tiro oppure di aver sparato regolarmente.

Per certi tipi di armi semiautomatiche, come ad esempio i fucili d’assalto 57 e 90, valgono dal 15 agosto nuove regole per l’acquisto, se questi non sono acquistati direttamente dall’esercito. A dipendenza serve un permesso d’acquisto d’armi (come finora), una «piccola» o «semplificata» autorizzazione eccezionale (solo per tiratori sportivi) o un’autorizzazione eccezionale normale cantonale. L’autorizzazione eccezionale semplificata per tiratori sportivi permette l’acquisto di fucili d’assalto 57 e 90 (sia quelli militari modificati in semiautomatici che quelli di fabbrica) con un magazzino di più di 10 colpi come pure per pistole con magazzini di più di 20 colpi. L’autorità cantonale competente può dare un’autorizzazione per l’acquisto fino a 3 armi o parti principali d’arma (ad esempio canna, scatola di culatta, culatta), se acquistate allo stesso tempo dallo stesso fornitore. Quest’autorizzazione è valida 6 mesi (prolungabile per al massimo 3 mesi) e costa – come il permesso d’acquisto d’armi – 50 franchi. L’autorizzazione sottostà però a condizioni: dopo cinque e dopo dieci anni bisogna dimostrare di essere soci di una società di tiro oppure di aver sparato regolarmente. Queste condizioni sono da soddisfare solo dopo aver ricevuto la prima autorizzazione eccezionale. Secondo la nuova legge, i tiratori sportivi hanno diritto all’autorizzazione eccezionale se soddisfano le esigenze.

Un’autorizzazione eccezionale «normale» serve solo ora per armi semiautomatiche portatili che possono venir accorciate a meno di 60cm, che ce ne sia ridotta la funzionalità. In questo ambito rientrano soprattutto le armi dei tiratori dinamici. Comunque: ora il tiro sportivo è in generale uno dei motivi per richiedere un’autorizzazione eccezionale «normale» e va tenuta in conto da parte dell’autorità.

 

Dimostrare l’appartenenza societaria/tiro regolare

Per non obbligare i tiratori sportivi a richiedere le attuali autorizzazioni eccezionali cantonali sono state sviluppate per i tiratori sportivi nuove regole concernenti la richiesta di autorizzazioni eccezionali. Queste autorizzazioni eccezionali semplificate dovrebbero essere ottenute più facilmente, ma sono maggiormente limitate: valgono solo per armi automatiche modificate in semiautomatiche e per i fucili semiautomatici a percussione centrale. Concretamente significa che è possibile acquistare ad esempio i fucili d’assalto 57 e 90 molto usati nel tiro sportivo come pure varie pistole con un’autorizzazione eccezionale semplificata. Varie armi utilizzate nel tiro dinamico (soprattutto quelle <60cm) non sono però acquistabili in questo modo. Inoltre, il tiratore con un’autorizzazione eccezionale semplificata deve dimostrare dopo cinque e dieci anni dalla prima autorizzazione eccezionale di essere socio in una società di tiro o di sparare regolarmente. Dopo 10 anni, non serve più alcun annuncio. Questi annunci sono da fare solo per la prima autorizzazione eccezionale.

 

Dimostrare l’appartenenza

Questo annuncio può avvenire con una conferma della società, con un estratto dal AFS o con una licenza di una federazione di tiro sportivo nazionale. Le società dovranno rilasciare una tale dichiarazione per i propri soci che non sono tesserati oppure dare loro un estratto dell’AFS. Di principio il legislatore permette ad una società secondo gli articoli 60 e seguenti del CCS di stilare tali attestati. Non è definito in modo esplicito, che una società debba anche essere membro di una federazione sportiva nazionale.

 

Tiro regolare

Con la definizione «tiro regolare» si intende la partecipazione a cinque tiri in un periodo di cinque anni. I singoli tiri devono avvenire in giornate differenti. La fedpol ha pubblicato sul suo sto un formulare per questo annuncio. Devono essere indicati Luogo, data e Nome della manifestazione di tiro e inoltre quest’informazione va validata da «della persona responsabile sul posto». Secondo la fedpol, la persona responsabile può essere il responsabile del poligono, un direttore di tiro, un istruttore di tiro o un custode. Il comitato della società può però definire anche un’altra persona quale responsabile. Come devono essere questi esercizi di tiro non lo dice né la legge, né l’ordinanza. I tiri possono venir dimostrati anche con una copia del libretto di tiro o delle prestazioni militari.