Federazione sportiva svizzera di tiro

Contento che si organizzi

Sabato 5 giugno, con il tiro d'apertura ha preso avvio ufficialmente la Festa federale di tiro a Lucerna. Purtroppo a causa della Pandemia non è una festa come le altre.

Per molti dei circa 1600 tiratori al tiro d’apertura della Festa federale di tiro, non era la vittoria ad essere di primaria importanza, ma il fatto di poter finalmente partecipare di nuovo ad un grande evento con i loro camerati. "Ovunque io vada, provo molta gratitudine", dice il vicepresidente della FFT 2020 Philipp Bühler. L'ufficiale militare professionista e colonnello di stato maggiore generale è giustamente orgoglioso del fatto che lui e il suo gruppo del CO hanno sfidato il perfido nemico Corona e messo in piedi la festa nonostante il conflitto pandemico. Anche se quest'anno il tiro federale e la festa si svolgono in serie e non in parallelo. Il fatto che ad alcuni di noi mancasse lo spazio per riporre i bagagli o che alcuni di noi non riuscissero a fare tutto bene la prima volta era meno importante della gioia della vita ritrovata di tiratore.

Buon umore e chiacchiere a tutto gas quindi ovunque si guardasse - nonostante la pioggia. Per la maggior parte dei presenti, il tiro d’apertura rimarrà l'unica serie di tiro centralizzata della FFT 2020. Il resto si svolgerà nel proprio poligono per coloro che non partecipano alla giornata degli accademici, allo Ständematch o al Re del tiro. Da soli, molte società stanno apparentemente dando vita ai loro piccoli tiri federali, regionali per necessità. I Feldschützen Bellmund, per esempio, che hanno gareggiato con sette persone a Emmen, si incontreranno con i loro vicini di Ipsach, Sutz-Lattrigen e Mörigen il 19 giugno per il loro "Federale". "Le donne cucinano, sarà una buona cosa", dice un felice Hansjürg Gnägi, che quest'anno ha partecipato per la tredicesima volta a un tiro d’apertura. I sette tiratori della SG Gächliwil-Gossliwil sono anche contenti che l'evento abbia avuto luogo e di non averlo annullato come tanti altri. "Era il massimo", hanno detto. Dopo un anno di attesa, i solettesi sono stati felici di fare il viaggio insieme alla FFT. I tiratori di Bucheggberg organizzeranno anche il loro piccolo evento federale personale. "Comunque condividiamo lo stand con altre due società".

Il comitato e il direttore della Federazione sportiva svizzera di tiro non hanno perso l'occasione di essere sul posto al tiro d’apertura a Emmen. Il comitato centrale è anche contento che alla fine sia stata trovata una soluzione. "È sempre qualcosa di speciale", dice Walter Harisberger. Se la Festa federale avesse dovuto essere cancellata, avrebbe comportato un buco finanziario a 7 cifre. Medaglie, articoli di merchandising ecc. erano già stati ordinati prima della pandemia. Alla fine, anche la FST avrebbe dovuto sostenere parzialmente questo deficit. "Ma così com'è, siamo in attivo", dice Harisberger.

"Con le condizioni odierne, avremmo potuto tenere la Festa federale di tiro come previsto negli undici poligoni di tiro della regione", dice Renato Steffen, membro di comitato FST e del CO FFT 2020 (finanze e marketing). Ma: "abbiamo trovato una soluzione che rende felici non tutti ma molti tiratori". Le sue prestazioni al poligono in ogni caso non hanno risentito dei preparativi snervanti. Con 272 punti su un massimo di 300, Steffen ha ottenuto un risultato brillante. (Michael Schenk)

Galerie

swiss_olympic_member.png Swisslos_Logo.png Logo_LoRo.jpg STG_ohne_Claim_RGB.jpg