Federazione sportiva svizzera di tiro

Inizio per l’avventura European Games

Das Schweizer Team in Minsk von links (vorne): Petra Lustenberger, Heidi Diethelm Gerber und Nina Christen; hinten: Steve Demierre, Ernst Gerber, Jan Lochbihler, Jochem Stephan, Christoph Dürr, Daniel Burger und Enrico Friedemann.

Das Schweizer Team in Minsk von links (vorne): Petra Lustenberger, Heidi Diethelm Gerber und Nina Christen; hinten: Steve Demierre, Ernst Gerber, Jan Lochbihler, Jochem Stephan, Christoph Dürr, Daniel Burger und Enrico Friedemann.

Con un kick-off nella Haus des Sports a Ittigen, Swiss Olympic ha lanciato mercoledì 12 giugno la delegazione per gli European Games Minsk composta da 125 persone. Tra le 77 atlete ed atleti vi sono anche sei tiratrici e tiratori.

Heidi Diethelm Gerber conosce la procedura tipica per i Giochi olimpici e gli European Games: Swiss Olympic invita le atlete ed atleti, informa sull’organizzazione, svolgimento, supporto medico, ecc. sul luogo delle gare e consegna i vestiti/uniforme – dalle pantofole da bagno fino alla biancheria tecnica – che sarà portata dalla delegazione svizzera ai giochi. Qualcosa però avrà sorpreso anche la tiratrice alla pistola mercoledì 12 giugno in occasione del kick-off per gli European Games di Minsk (21 – 30 giugno). Tutte le atlete e atleti, ma anche gli allenatori e il personale medico hanno potuto pitturare una Matrioschka. La bambola in legno, che sono contenute le une nelle altre, sono un souvenir molto conosciuto della Russia. Ogni membro della delegazione svizzera potrà portare a casa una di queste bambole da Minsk – assieme ai migliori auguri di un membro del team. Nella Matroschka pitturata a mano, ognuno doveva mettere un bigliettino con un desiderio per il team. A Minsk le bambole di legno saranno distribuite casualmente ai membri della delegazione. Questa bella azione di Swiss Olympic è una parte del motto, con cui la delegazione svizzera si reca alla metropoli della Bielorussia: «We stand for excellence, friendship and respect». Le migliori prestazioni sì, ma bisogna assicurare l’amicizia e il rispetto reciproco, e anche verso l’ospite e verso tutte le altre sportive e sportivi provenienti da circa 50 Paesi.

 

Puzzle con 1000 pezzi

Oltre alle tiratrici Heidi Diethelm Gerber, Nina Christen e Petra Lustenberger e ai tiratori Steve Demierre, Jan Lochbihler e Christoph Dürr anche gli altri membri del team scizzero si sono improvvisati artisti. I tiratori saranno accompagnati dagli allenatori Daniel Burger, Enrico Friedemann ed Ernst Gerber e dal fisioterapista Jochem Stephan. Per migliorare lo spirito di team si è proceduto anche a comporre un puzzle tutti assieme. 1000 singoli pezzi erano a disposizione degli sportivi e durante il kick-off andavano messi a posto per comporre un quadro che rappresentava il logo degli European Games Minsk.

 

Dalle pantofole da bagno alla valigia

Un punto fisso dell’incontro era la consegna del vestiario. Due paia di pantaloni del training, due paia di pantaloncini, varie T-shirt, giacche e felpa e anche calze. Per il giovane sangallese Christoph Dürr si è trattata della prima volta che riceveva questo materiale, per lui gli European Games sono il primo grande appuntamento polisportivo. Con calma ha provato dapprima le scarpe da ginnastica, poi le scarpe sportive e da ultimo le pantofole da bagno. «Queste sono per le cerimonie di premiazione?», ha chiesto sorridendo. Al termine della procedura ogni membro del team ha ricevuto una valigia con le rotelle ben piena di materiale e uno zainetto per il viaggio nella capitale della Bielorussia.

 

Si parte tra una settimana

Per Petra Lustenberger la giornata di kick-off è stato un buon inizio per la grande manifestazione. «Mi fa piacere incontrare gli altri atleti in un ambiente rilassato. Ora sale la gioia giorno dopo giorno.» Fino a venerdì lei e i suoi colleghi si alleneranno a Macolin e Filzbach. In seguito avranno alcuni giorni di recupero prima di recarsi martedì sera 19 giugno a Kloten. Mercoledì mattina presto partirà il volo verso Vienna dove dovranno cambiare aereo per continuare verso Minsk. Un po’ meno tranquillo è Steve Demierre. Lo attendono, dopo il campo di allenamento e prima della partenza, i campionati europei di Polizia a Suhl (GER). Nonostante il programma intenso, il friborghese è fiducioso. Anche Daniel Burger, responsabile per lo sport d’elite e speranze, sente crescere la tensione. «Abbiamo ricevuto oggi importanti informazioni su Minsk», ha sottolineato. «Per gli atleti è buona cosa avere un tale evento preparatorio una settimana prima della partenza.» Il team svizzero è pronto, l’ambiente è buono. Tutti ne sono coscienti: anche agli European Games a Minsk ci sarà una forte concorrenza. Se in certe discipline non ci sarà tutta la crème de la crème europea, nelle discipline di tiro sportivo non manca praticamente nessuno dei migliori. (van)

Attenzione: Nella prossima edizione di «Tiro Svizzera» (data di apparizione: 19 giugno) le nostre tiratrici e tiratori ci racconteranno le loro aspettative per Minsk.

Galerie

Impressionen vom Kick-off-Tag

Video

Der Film vom Kick-Off-Tag

2019-06-12_EG-Minsk_Kick-off_Video.jpg